Se non riesci a visualizzare clicca qui
 
 
GOOD VIBES by CSArt
Il bello chiama il bello e la bellezza salverā il mondo
 
 
Nadia Stefanel. Ph. Luca Bacciocchi
Cos'č l'arte? Presenza, osservazione, dedizione, azione
Intervista a Nadia Stefanel
 
Un traguardo raggiunto nel 2021?
Il 2021 si è chiuso come secondo anno di una pandemia che nessuno avrebbe mai immaginato di vivere nella sua esistenza, ma che ha permesso di ampliare e migliorare alcuni sistemi tradizionali dell’arte che diversamente non sarebbero mai stati messi sotto pressione. È appunto in corso una interessante riflessione sul sistema arte per cercare di traghettare un modus operandi che proviene da relazioni e contatti prettamente fisici verso una dimensione sempre più ampiamente digitale. Un interessante viaggio verso il prossimo futuro. La Fondazione Dino Zoli ha proseguito il suo sviluppo cercando proprio di adeguarsi nel miglior modo possibile al nuovo corso. Credo che l’obiettivo più grande raggiunto sia stato quello di riflettere sui cambiamenti, sulle relazioni e sul valore del confronto. Penso, in particolare, al progetto espositivo La Rivoluzione Gentile di Loredana Galante e ai webinar sulla valorizzazione del patrimonio storico artistico attraverso l’illuminazione, organizzati in collaborazione con la DZ Engineering, altra società di Dino Zoli Group.

Propositi – e progetti – per il 2022?
Il 2022 si apre ancora con il proseguo della riflessione e con un’importante residenza dedicata all’artista Elena Bellantoni, che ha vinto il premio speciale Dino Zoli Textile nell’ultima edizione di Arteam Cup. Il suo progetto Io mi abito suggerisce diverse considerazioni sul corpo come spazio dell’abitare, ma anche sugli spazi esterni (come il luogo di lavoro, che si abita per molte ore della nostra giornata) e sull’habitus – divisa/veste/vestito – che racconta alla fine la nostra identità.

Cos’è l’arte?
L’arte è uno degli amori della mia vita. Fatto di presenza, di osservazione, di dedizione, di azione. Una via terapeutica per superare la quotidianità, una via obbligatoria per affrontare anche le amarezze o i dolori, che siano fisici, del cuore o dell’anima, sociali o personali, per oltrepassare la soglia ed essere proattivi. L’arte è da sempre il mio IKIGAI, parola giapponese magica, di cui non esiste una traduzione semplice nelle lingue occidentali. Si può definire come “la ragione di esistere, il motore della vita, o ancora meglio ciò per cui vale la pena alzarsi la mattina”.

Nadia Stefanel
Direttore Fondazione Dino Zoli
Cultural and Communication Manager Dino Zoli Group


Per informazioni:
fondazionedinozoli.com
 
 
 


CSArt - Comunicazione per l'Arte di Chiara Serri
Via Emilia Santo Stefano 54, 42121 Reggio Emilia
T. +39 0522 1715142
info@csart.it
www.csart.it

Unsubscribe