Galleria 8,75 Artecontemporanea CSArt
Sei in: Gallerie, Associazioni & Spazi espositivi » Sito della Galleria » Galleria 8,75 Artecontemporanea » Mostre ed Eventi
Fuori Campo - Luca Giacobbe


Indirizzo
Corso Garibaldi, 4
Sede
Galleria 8,75 Artecontemporanea
Citta
Reggio Emilia
A cura di
Beatrice Menozzi
Tipologia
Mostra personale

commenta
commenta

Vota: rating rating rating rating rating (voti:737) [+]


indietro »
Fuori Campo - Luca Giacobbe
Mostra personale - Da Sabato 24 marzo 2001 a Giovedi 12 aprile 2001
Per Pitagora calce e mattone del mondo era il numero, per Talete l'acqua, per Democrito l'atomo, per Aristotele il sinolo, unione di materia e forma; la filosofia antica, senza calcoli scientifici nè matematiche sperimentazioni alle spalle, aveva colto, più di diecimila anni fa, una verità essenziale: l'incanto multiforme della vita scaturisce dal gioco di pochi elementi. Luca Giacobbe, giovane artista nativo di Venezia (1966) non si discosta dal carattere univoco di queste scelte, deputando alla creazione del suo universo pittorico colore e segno, null'altro. D'altronde anche la moderna genetica conferma l'assunto: non la molteplicità degli agenti caratterizza un organismo complesso, bensì la qualità delle combinazioni. Non è tutto: all'interno di questo sistema binario, colore e segno, Giacobbe opera un ulteriore sbarramento. Non ammette sulla superficie del quadro tutti i colori, ma una coppia, una terna, sovrapposti in strati grumosi che lasciano talora emergere le screpolature del fondo; l'uniformità dell'impasto cromatico non viene riscattato nemmeno dal segno che, con ostinata monotonia, insiste a definire traiettorie cieche, a voler aprire spiragli su un mondo cripticamente adombrato, mai risolto, svelato. Nere serpentine percorrono, sigillandoli, i confini della tela; buchi ugualmente neri galleggiano nel colore come monadi senza potere nè finestre; segmenti paralleli corrono lungo binari il cui approdo non è dato sapere. Calvino scriveva: "tra il peccato di puntare tutto su una fragile gioia e l'abisso della vanità del tutto c'è il punto di equilibrio perfetto, etico e poetico insieme che è lo stile". È questo il centro di gravità che sostiene pure il cosmo di Luca Giacobbe: respingendo la fragile gioia del tripudio coloristico e figurativo, come l'agnostico nichilismo di una scrittura minimale che azzera l'emozione, il dato sensibile, egli cerca un difficile equilibrio. Le sue tele vogliono essere punto di incontro tra il corpo fenomenico della realtà, adombrato nell'utilizzo di una gamma cromatica vigorosa e pastosa ed il suo scheletro noumenico, la cui inconoscibilità ribadiscono quei rari segni disseminati lungo il percorso della tela, simulacri che alludono, senza chiarire. Nato nel 1966 a Venezia, egli vive e lavora a Firenze: nella sua vita sono due capitali dell'arte classica, il cui mirabile, quasi ingombrante portato di perfezione, mescolato alla vita di tutti i giorni, è stato metabolizzato al punto da risultare mimetizzato, ma non assente. Infatti solidi ormeggi hanno finora assicurato l'avventura di Giacobbe nel mare aperto della pittura; iscritto all'Accademia di Belle Arti di Firenze, nel 1988 ha conseguito il Diploma in Scultura; nel 1992 il Diploma in Pittura. In altre parole: chi è padrone della tecnica può permettersi di eluderla. Ciò non toglie che molti fingano, oggi, di eludere le conoscenze che, anche volendo, non potrebbero mostrare, perchè non le possiedono. È il rischio che corre chi, come Giacobbe, come tanti prima di lui, ha scelto di percorrere la strada dell'astrazione. Se con Licini "l apittura è un'arte irrazionale, con predominio di fantasia e immaginazione, cioè poesia", se è necessario il deragliamento dei sensi, della ragione, per cogliere quello che è oltre, ecco che qualsiasi "oltre", pericolosamente, potrebbe trovare una ragione di essere in sè stesso, senza bisogno di riconoscersi in un canone: bello o brutto, buono o cattivo non importa. Per questo la scelta di Giacobbe è coraggiosa: perchè pur possedendo un canone, quello della tradizione figurativa e potendovi specchiare le proprie opere, egli ha preferito prendere il largo. Permettendosi la retorica della forma, ha falciato il suo lessico pittorico, riducendolo a un alfabeto essenziale, dove colore e segno bastano a far vibrare lo spazio, serbando la grumosità della terra, ma anche aprendosi alla vertigine del cielo. Claudio Cerritelli ammonisce: "l'astratto è un evento che non lusinga l'occhio, ma chiede il conforto dell'intelligenza; eppure nei quadri astratti di Luca Giacobbe, come in quelli di Valentino Vago, di Alessandro Gamba, di altri giovani astrattisti di oggi, che a lui si avvicinano, l'uso critico dell'intelligenza, necessario a capire, viene comunque dopo la naturale emozione ch fa, prima di tutto, percepire il quadro come un organismo vivente, anche se non possiede finestre spalancate sulla realtà. (Beatrice Menozzi)
clear
Galleria Fotografica
Luca Giacobbe, Posto umido, olio su tela, cm 100x100, 1997.
Luca Giacobbe, Posto umido, olio su tela, cm 100x100, 1997.
immagine immagine
Luca Giacobbe, Posto umido, olio su tela, cm 100x100, 1997.

Luca Giacobbe, Ripensando lo spazio, olio su juta, cm 54x64, 1997.
Luca Giacobbe, Ripensando lo spazio, olio su juta, cm 54x64, 1997.
immagine immagine
Luca Giacobbe, Ripensando lo spazio, olio su juta, cm 54x64, 1997.

Luca Giacobbe, Vinile, olio su juta, cm 120x130, 1996.
Luca Giacobbe, Vinile, olio su juta, cm 120x130, 1996.
immagine immagine
Luca Giacobbe, Vinile, olio su juta, cm 120x130, 1996.

clear
Commenti
Nessun commento [commenta ora]
clear
button vai all'archivio » button
clear
Agenda Eventi Newsletter
immagine Perchè aderire a CSArt immagine
  Perchè CSArt è un portale interamente dedicato al mondo dell’arte per mettere in rete artisti, gallerie ed associazioni culturali, ma anche uno studio professionale, in grado offrire servizi di consulenza qualificata per l'organizzazione e la comunicazione di mostre ed eventi, la costruzione di siti web, la stesura di testi critici e la realizzazione di pubblicazioni e cataloghi.
 
immagine   immagine
« Settembre 2019 »
DoLu MaMe GiVe Sa
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30
feed RSS Feed RSS »
Archivio »
Se desideri essere informato sulle inaugurazioni e gli eventi che riguardano gli artisti, le gallerie e le associazioni che fanno parte della rete di CSArt, ma anche conoscere nuovi talenti e realtà culturali, iscriviti al servizio Newsletter di CSArt.it e sarai periodicamente aggiornato.
immagine iscrivimi immagine

Seguici anche su... Condividi
Facebook
Twitter
Instagram
Pinterest
Linkedin
YouTube
CSArt di Chiara Serri, Via Emilia Santo Stefano, 54, 42121 Reggio Emilia, P. Iva 02390340350 - All Rights Reserved   Privacy Policy -  site by Antherica srl

Le immagini qui riprodotte sono state fornite a CSArt dagli artisti o dagli organizzatori dell'evento per le esigenze legate all'ufficio stampa. Possono pertanto essere "scaricate" solo al fine di corredare servizi, articoli e segnalazioni inerenti l'iniziativa cui si riferiscono. Qualunque indebito utilizzo è perseguibile ai sensi di legge.


Il sito web di CSArt non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto